Vai a sottomenu e altri contenuti

FOGLIO VENATORIO PER LA STAGIONE VENATORIA 2013/2014 E SUCCESSIVE - DISPOSIZIONI A CUI SI DEBBONO ATTENERE I CACCIATORI

Data: 05/09/2013

Oggetto: Foglio venatorio stagione venatoria 2013/2014 e successive.

DECRETO N. 13502/DEC-A/18 DEL 14/06/2013

Art. 1) - Per la stagione venatoria 2013/2014 e per quelle successive viene adottato il foglio venatorio
(allegato 1) facente parte integrante e sostanziale del presente Decreto.
Art. 2) - Ferma restando la validità dell'Autorizzazione Regionale di cui all'art. 46 della L.R. 23/98, il
cacciatore è tenuto annualmente a:
− ritirare presso il Comune di residenza il foglio di cui all'allegato 1 che dura per una sola
stagione venatoria. L'incaricato comunale provvederà a stampare il foglio in formato A3
fronte/retro e a consegnarlo al cacciatore, che ne fa richiesta, riempiendo preventivamente i
campi obbligatori previsti e apponendo apposito timbro e firma;
− consegnare al Comune di residenza, entro il 1° marzo di ogni anno, l'originale del foglio
(cartaceo) debitamente compilato in tutte le sue parti e contestualmente ritirare, sempre
presso il Comune di Residenza, il foglio per l'annata venatoria successiva;
− Il Comune è tenuto a ritirare il foglio venatorio anche dopo la data di scadenza e, se richiesto,
a rilasciare quello nuovo, ferma restando la sanzione di cui all'articolo 74, comma 5, della L.R.
23/98.
− In caso di deterioramento o smarrimento del foglio, il cacciatore, per ottenere il duplicato,
dovrà rivolgersi al Comune di residenza, dimostrando di aver provveduto alla relativa denuncia
all'autorità di Pubblica sicurezza o alla locale stazione dei carabinieri.
− Il foglio del libretto venatorio è personale e non cedibile. Chiunque sia in possesso di più di un
foglio è perseguibile ai sensi di legge.
− Se il cacciatore ritira il foglio e non va a caccia è comunque obbligato a restituirlo al Comune di
residenza entro e non oltre 1° marzo di ogni anno (barrando le due pagine del foglio con una
linea diagonale).
Art. 3) - Il cacciatore non residente in Sardegna titolare dell'Autorizzazione Regionale (ai sensi della L.R. n.
7/1991) deve chiedere annualmente il rilascio di suddetto foglio al Servizio Tutela della Natura
dell'Assessorato Regionale della Difesa dell'Ambiente Via Roma 80 - 09123 Cagliari;
− Il cacciatore non residente in Sardegna titolare dell'Autorizzazione Regionale (rilasciata ai
sensi della L.R. n. 7/1991) deve consegnare entro il 1° marzo di ogni anno il suddetto foglio
(cartaceo) debitamente compilato al Servizio Tutela della Natura dell'Assessorato Regionale
della Difesa dell'Ambiente Via Roma 80 - 09123 Cagliari.
− Contestualmente alla ricezione del foglio venatorio l'Assessorato della Difesa dell'Ambiente,
Servizio Tutela della Natura, se esplicitamente richiesto dal cacciatore, trasmetterà all'indirizzo
di residenza del Cacciatore (ovvero ad un altro indirizzo di domicilio da lui indicato) il foglio per
l'annata venatoria successiva.
Art. 4) - In caso di mancata consegna, o anche d'incompleta trascrizione dei dati nel foglio venatorio, sarà
applicata la sanzione di cui all'articolo 74, comma 5, della L.R. 23/98.
Relativamente alla sanzione di cui sopra si ricorda che ai sensi dell'art. 72, comma 1, lettera a),
della L.R. 23/98, la vigilanza sull'applicazione della L.R. 23/98 è affidata oltreché al Corpo
Forestale e di Vigilanza Ambientale della Regione Sardegna e alle altre Forze dell'Ordine anche
alle guardie comunali, urbane e campestri. Sarà pertanto cura di ogni Comando di
Polizia Municipale provvedere in merito.

Art. 6) - Il cacciatore deve, prima di iniziare l'attività venatoria nel giorno prescelto, contrassegnare mediante
segni indelebili all'interno degli appositi spazi sul foglio relativo al giorno di caccia le seguenti
informazioni:
− Sigla della Provincia / Province in cui va a caccia.
− Autogestita o AATV in cui va a caccia.
− Eventuale ATC per la caccia fuori Regione.
− Giorno e mese.
Per i prelievi di fauna selvatica stanziale, è obbligatorio annotare negli appositi spazi il capo
appena incarnierato (si scrivono i numeri senza usare segni) .
Per i prelievi di fauna selvatica migratoria, qualora la caccia sia esercitata in forma vagante i singoli
capi abbattuti devono essere annotati sul foglio venatorio, negli appositi spazi, entro il termine della
giornata di caccia (si scrive il numero complessivo e non si devono usare segni).
Qualora la caccia sia esercitata da appostamento fisso o temporaneo l'annotazione dei capi deve
avvenire ogni qualvolta si cambia o si lascia il sito di caccia (si scrivono i numeri senza usare
segni).
I capi appartenenti alla fauna selvatica di allevamento abbattuti in AATV non devono essere
annotati sul tesserino.
In caso di deposito di selvaggina deve aggiungersi un cerchio intorno al segno.
Il cacciatore, al termine della stagione venatoria, deve riportare sull'apposita colonna ''TOTALE'' il
numero complessivo di giornate usufruite e il numero complessivo dei capi abbattuti per le singole
specie di fauna selvatica.

L'Assessore
Andrea Mario Biancareddu

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Area Amministrativa
Referente: Cosimo Gungui
Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele III 50, 08024 Mamoiada (NU)
Telefono: 078456023/569004
Fax: -
Email: info@comune.mamoiada.nu.it
Email certificataa: protocollo.mamoiada@pec.comunas.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto